Nuova Guida 2017
Clicca qui!

Il cumulo dei periodi assicurati Inps e delle Casse dei medici e liberi professionisti

La legge di bilancio 2017 ha dato la possibilità di cumulare gratuitamente tutti i versamenti effettuati in gestioni diverse al fine di accedere sia alla pensione anticipata, di vecchiaia, inabilità e superstiti. Ogni ente previdenziale pagherà di conseguenza la propria quota di competenza con le proprie regole di calcolo. 

La nuova norma appare sicuramente più vantaggiosa sia della ricongiunzione che della totalizzazione in quanto la ricongiunzione è a pagamento mentre la totalizzazione comporta necessariamente il ricalcolo della pensione col metodo contributivo.

L'inps ha finalmente emanato la circolare operativa che potete leggere cliccando quì.

Viene confermato che sarà l'inps ad effettuare il pagamento della pensione anche se non dovessero esserci periodi contributi inps nella pensione in cumulo.

Per quanto riguarda il riguarda il requisto anagrafico della pensione l'inps ha chiarito che liquiderà la propria quota di pensione alla maturazione del proprio requisito anagrafico (nel 2018 66 anni e sette mesi) mentre la quota della pensione relativa agli altri enti previdenziali privati (Enpam etc) verrà liquidata alla maturazione dei rispettivi requisiti anagrafici.