Nuova Guida 2017
Clicca qui!

Decreto legge 119/2018 – Pace fiscale e fatturazione elettronica medici e odontoiatri

Dal 24 ottobre è entrato in vigore il Decreto legge in oggetto; vi riassumiamo brevemente le novità che interessano la categoria.

  1. Definizione agevolata PVC

Coloro che hanno ricevuto un processo verbale di constatazione e non hanno ricevuto l’avviso di accertamento entro il 24 ottobre corrente anno potranno definirne il contenuto presentando entro il 31 maggio una dichiarazione integrativa e pagando le maggiori imposte senza gli interessi e le sanzioni.

Il pagamento potrà avvenire in unica soluzione o in forma rateale pagando la prima rata entro il 31 maggio e con un massimo di venti rati trimestrali.

  1. Definizione agevolata avvisi di accertamento.

Si possono definire tutti gli avvisi di accertamento, di rettifica, di liquidazione e gli atti di recupero ricevuti entro il 24 ottobre corrente anno pagando le sole imposte senza interessi e sanzioni entro trenta giorni.

Il pagamento potrà avvenire in unica soluzione oppure versando la prima rata entro lo stesso termine e con un massimo di venti rate trimestrali.

  1. Rottamazione ter delle cartelle esattoriali

Si potranno rottamare le cartelle esattoriali con ruoli che vanno dal 1/1/2000 fino al 31/12/2017 senza pagare sanzioni ed interessi di mora. La domanda andrà presentata entro il 30 aprile 2019.

Si potrà effettuare il pagamento in unica soluzione entro il 31 luglio 2019 oppure in forma rateale con un massimo di dieci rate semestrali scadenti il 31 luglio e 30 novembre di ogni anno.

Sono sospesi fino al 31 luglio 2019 i termini di pagamento delle precedenti dilazioni. L’agente della riscossione terrà conto dei pagamenti già effettuati.

Attenzione che coloro che hanno aderito alla scorsa rottamazione dovranno comunque versare le relative rate dei mesi di luglio settembre ed ottobre entro il 7 dicembre 2018. 

  1. Dichiarazione integrativa speciale.

Si potranno integrare le dichiarazioni fiscali che sono state presentate entro il 31 ottobre 2017 per correggere le omissioni e gli errori ed indicare maggiori imponibili (esclusi patrimoni ed attività finanziarie all’estero) fino ad un massimo di 100.000 euro l’anno e non oltre il 30% di quanto dichiarato in precedenza. Il pagamento andrà effettuato entro il 31 luglio 2019 in unica soluzione oppure con dieci rate semestrali.

  1. Stralcio mini cartelle sotto i mille euro

 Arriva l'annullamento automatico per le cartelle sotto i 1.000 euro emesse tra il 2000 e il 2010.  Le somme versate prima dell'entrata in vigore del decreto restano definitivamente acquisite

  1. Fatturazione elettronica “semplificazioni”

Per i primi sei mesi del 2019 non verranno date sanzioni se le fatture elettroniche verranno trasmesse al sistema di interscambio (SDI) entro il termine di liquidazione della relativa imposta (il 16 del mese successivo per i contribuenti mensili ad esempio).

Dal 1 luglio la fattura andrà trasmessa al SDI entro dieci giorni dalla data di effettuazione dell’operazione (che è la data di emissione della fattura oppure se aspettate ad emettere le fatture fino all’atto del pagamento è quella del pagamento ricevuto) riportando nella fattura la data di compimento dell’operazione.

 

Lo studio Bodini resta a disposizione per ulteriori spiegazioni.

 

Cordiali saluti.